Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

In scena!

Laboratorio di drammaturgia

con Stefania Bruno

Giovedì 19 e 26 gennaio, 16 e 23 febbraio, 23 e 30 marzo 2017
6 LEZIONI - Ore 18.00 - 20.00

 Script Library 560x350

Posso scegliere uno spazio vuoto qualsiasi e decidere che è un palcoscenico spoglio. Un uomo lo attraversa e un altro osserva: è sufficiente a dare inizio a un’azione teatrale. Così Peter Brook, ne Lo spazio vuoto (Bulzoni), risponde alla domanda “Che cos’è il teatro?” Sia che ci avviciniamo alla scrittura per la prima volta, o che vogliamo scoprire una nuova pratica; sia che siamo spettatori e lettori di teatro o neofiti, l’inizio è sempre la scena vuota, la pagina bianca, il luogo in cui nasce l’immagine primaria, necessario punto di inizio di qualsiasi lettura e scrittura teatrale. Attraverso sei lezioni, ci addentreremo nella scrittura per il teatro, dall’immagine iniziale all’azione, cercando le voci e i gesti dei personaggi, tessendo le storie sulla pagina e nello spazio scenico. A evocare la scrittura le parole e le immagini di grandi maestri, da Kostantin Stanislavskij a Peter Brook, da Fernando de Rojas a Bertolt Brecht, da Henrik Ibsen a Thornton Wilder.

Programma

19 gennaio 2017

Lo spazio vuoto o l'arte di vedere

26 gennaio 2017

Fiammiferi immaginari: la situazione drammatica

16 febbraio 2017

Oggetti trasparenti e oggetti opachi: scrivere la scena

23 febbraio 2017

Questione di carattere: come nasce un personaggio

23 marzo 2017

Nella scrittura dei gesti: urla mute, caffettiere e violini

30 marzo 2017

La strada e la camera da letto: la continuità drammatica


Stefania Bruno

Stefania Bruno(Benevento, 1980). Vive e lavora a Napoli, dove ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia del teatro moderno e contemporaneo. Dopo aver seguito laboratori teatrali con lo storico gruppo Odin Teatret, di drammaturgia con Enzo Moscato e di mimo corporeo astratto presso l’I.C.R.A. Project di Michele Monetta, dal 2006 si è formata con Lalineascritta laboratori di scrittura. E’ autrice di racconti editi in antologia (“Granta”, Rizzoli; “Fughe”, Perrone) ed è dramaturg per la coop. En Kai Pan, di cui è socio fondatore. Tra i suoi testi El romancero de Lazarillo, dal Lazarillo de Tormes, Crudele d’amor, sulla vicenda e la musica di Carlo Gesualdo, Commedia in tempo di peste, spettacolo itinerante di Commedia dell’Arte e La Repubblica di Utopia, sulla Repubblica Napoletana, tutti prodotti da coop. En Kai Pan. Dal 2010 collabora con Lalineascritta laboratori di scrittura, conducendo laboratori in scuole di ogni ordine e grado, associazioni e case famiglia. Dal 2013 conduce laboratori di drammaturgia all’interno dei corsi annuali de Lalineascritta. Nel 2016 ha condotto tre stage di drammaturgia all’interno del progetto l’ “Archivio Narrato”, de Lalineascritta per l’Archivio Storico del Banco di Napoli.

Copyright © 1993 - 2016 Associazione Culturale Aldebaran Park - Lalineascritta Laboratori di Scrittura
Sede legale: via Caravaggio, 30 - 80126 Napoli | Codice Fiscale 94141660632

Le Opinioni e i Contenuti all'interno de lalineascritta.it esprimono esclusivamente il parere dei rispettivi autori.