Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Parole a manovella

Laboratorio di ludoscrittura e giochi letterari

Prosa, poesia, limerick, haiku, lipogrammi, tautogrammi, acrostici, palindromi, anagrammi, mesostici, logogrifi, cadaveri squisiti, combinatoria, tragedie in due battute, maltusiani…

con Marco Alfano

cinque lezioni, giovedì, ore 18.30-20.30 
5-12-19 ottobre, 9 e 16 novembre 2017

Marcello Marchesi - Parole a Manovella

Cos'è "Parole a Manovella"

Molto spesso i grandi scrittori si divertono a giocare con le parole mentre le scrivono. Dall’insospettabile Dante fino a Joyce, Nabokov, Calvino e Primo Levi, solo per citarne alcuni, la letteratura si è nutrita e si nutre sottotraccia di sperimentazioni sulla forma che sono delle vere e proprie macchine giocose, i cui ingranaggi sono regole rigorose che producono piacere aggiuntivo nel lettore. E soprattutto che hanno la funzione di stimolo alla creatività, come ben sapevano gli scrittori dell’OuLiPo come Perec e Queneau, che hanno prodotto capolavori assoluti a partire da una griglia di norme formali in cui sbizzarrirsi con la fantasia per ottenere il miglior risultato, proprio come in un gioco di società.

E, d’altra parte, il piacere del gioco, che sia coltivato individualmente o in gruppo, si alimenta spessissimo con la lingua, le parole e la loro duttilità, i sensi multipli (e i nonsensi), le assonanze. Dal gioco del vocabolario al telegrafo senza fili, dal Taboo ai surrealisti Cadaveri Squisiti, il divertimento passa attraverso il linguaggio, la sua manipolazione gioiosa, lo stupore infantile della scoperta di nuovi sensi e nuovi suoni.
Questo laboratorio vuole affrontare con serissima leggerezza la relazione tra parola e gioco, in entrambe le direzioni: usare il gioco e le sue regole come strumento creativo per scrivere e le parole per giocare e divertirsi. Lo faremo attraversando la miriade di forme della ludoscrittura, leggendo e analizzando gli scrittori e i poeti che l’hanno praticata ma soprattutto scrivendo e giocando. 

A CHI È RIVOLTO
  • A chi scrive e vuole aggiungere nuovi utensili, manovelle, trottole, scatole a molla e caleidoscopi alla sua cassetta degli attrezzi narrativa
  • A chi è appassionato di giochi, letteratura, enigmistica, poesia, combinatoria, scrittura umoristica
  • A chiunque, che sia o no incluso nelle due categorie precedenti, voglia divertirsi e imparare nuovi giochi e cimenti da sperimentare in gruppo o da solo
COME SI ARTICOLA

Cinque incontri, il giovedì, di due ore ciascuno, con una parte teorica e, principalmente, l’applicazione pratica e creativa delle varie forme di scrittura ludica o “a contrainte”. Esercizi, giochi e scritture saranno condivisi continuativamente attraverso una mailing list e un gruppo Facebook che saranno attivi durante il laboratorio e anche successivamente. Al termine del laboratorio i migliori lavori prodotti saranno pubblicati in un ebook distribuito sui principali bookstore in rete.

Alcuni degli argomenti/giochi:
l’OuLiPo e la scrittura a contrainte; Lipogrammi e tautogrammi; Acrostici, palindromi e anagrammi; Poesia metasemantica; Le lingue inventate; Le parole inesistenti e il gioco del vocabolario; La combinatoria; Le forme poetiche come Ur-contraintes; Il nonsense e i Limericks; Le scritture automatiche; Il cinegioco (gioco dei titoli).

Alcuni degli autori trattati:
Georges Perec; Raymond Queneau; Primo Levi; Stefano Bartezzaghi; Giampaolo Dossena; Umberto Eco; Italo Calvino; Tommaso Landolfi; Julio Cortázar; Jorge Luis Borges; J. Rodolfo Wilcock; Giorgio Manganelli; Marcello Marchesi; Achille Campanile; Ettore Petrolini; Raymond Roussel; Leonardo Sciascia; Vladimir Nabokov; Giovanni Boccaccio; Dante Alighieri; Gianni Mura; Beppe Varaldo; Toti Scialoja; Edward Lear; Lewis Carroll; Fosco Maraini.


Termine iscrizioni 2 ottobre 2017 (vedi pagina Iscrizioni e Costi)


Marco Alfano

Marco Alfano(Napoli 1964) cura per Lalineascritta, nei cui laboratori si è formato, il sito web, la comunicazione online, il laboratorio di ludoscrittura e i corsi in videoconferenza. Ha pubblicato racconti in numerose antologie, sui quotidiani L’Unità e Roma e sulla rivista internazionale «Storie». È in preparazione una sua raccolta di poesie illustrate ispirate a Toti Scialoja e sta lavorando al suo primo romanzo, che sarà presentato nell’annualità 2017-2018 della Bottega di Narrazione di Giulio Mozzi. Musicista, è stato membro fondatore dei Panoramics (con i quali ha tra l’altro composto le musiche originali per lavori video e teatrali di Mario Martone e Andrea Renzi e collaborato con Enzo Moscato e Peppe Servillo) ed è attualmente componente dei Ferraniacolor, pop band il cui album di esordio uscirà alla fine del 2017.

Copyright © 1993 - 2016 Associazione Culturale Aldebaran Park - Lalineascritta Laboratori di Scrittura
Sede legale: via Caravaggio, 30 - 80126 Napoli | Codice Fiscale 94141660632

Le Opinioni e i Contenuti all'interno de lalineascritta.it esprimono esclusivamente il parere dei rispettivi autori.