Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Montesano sull'Ulisse di Joyce: giovedì 22 febbraio quarto incontro de i Magnifici Sette

james joyce 890

Giovedì 22 febbraio 2018, alle 18.30 presso Healthy Book Area, a Napoli, in Via Merliani 118, primo piano (mappa) si terrà il quarto incontro della sesta edizione de I Magnifici Sette, il ciclo di sette lezioni magistrali sull'arte dello scrivere (e del leggere) per sette grandi classici della letteratura tenuto da Giuseppe Montesano.

Protagonista di questa lezione, intitolata Ulisse (uno e trino), ovvero Ulisse per tutti e Joyce per Nessuno è il capolavoro della letteratura del'900 Ulisse di James Joyce.

Chi si avventura nella lettura di Joyce, dai bellissimi racconti contenuti in The Dubliners fino all'Ulisse o a Finnegan's Wake, sa di doversi confrontare con la molteplicità e con i confini (maschili) del corpo e dell'immaginazione. 
 
Il prototipo dell'eroe omerico arriva fino alla piovosa, luttuosa e verde Irlanda di Joyce negli anni in cui tanti sperimentano il flusso di coscienza (su tutte e tutti, Virginia Woolf, straordinaria sperimentatrice, cui Joyce piacque).
 
Scrive Giuseppe Montesano in Lettori selvaggi (Giunti 2016, Premio Viareggio, Premio Napoli 2017): "...Joyce nacque nel 1882 e che nel 1922 portò all'estremo le invenzioni della letteratura naturalistica nell'Ulisse, finché l'organismo realistico non esplose in maniera ironica nel grande capitolo del Bordello: là oggetti e persone si sciolsero dalle regole di legami e ruoli, e le associazioni tra idee e cose entrarono nel regno ebbro dell'allucinazione: finché, nel capitolo finale, in cui Molly lasciava affiorare il linguaggio del corpo di tutti per dire il corpo che era vietato dire, l'Ulisse perse la punteggiatura..." 

E' possibile partecipare a questa singola lezione al costo di 15 €. Per prenotarsi è necessario inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Giuseppe Montesano

Giuseppe Montesanoha scritto i romanzi  Nel corpo di Napoli, Mondadori, 1999, Superpremio Vittorini, Premio Napoli, finalista Premio Strega;  A capofitto, 1996 (Mondadori, 2000);  Di questa vita menzognera, 2003, Feltrinelli, Premio Selezione Campiello, Premio Viareggio; Magic People, 2005, Feltrinelli;  Il ribelle in guanti rosa. Charles Baudelaire, Mondadori, Premio Vittorini.  Ha tradotto autori francesi, tra cui La Fontaine, Gautier, Flaubert, Villiers de l’Isle-Adam, e per i Meridiani Mondadori ha curato e tradotto le Opere di Baudelaire, 1996, Premio Prezzolini-Lugano, e ha curato le Opere di Ottiero Ottieri, 2009, Meridiani Mondadori. Fra le opere recentissime:  Lettori selvaggi (Giunti 2016), dai misteriosi artisti della preistoria a Saffo a Beethoven a Borges,La vita vera è altrove (Giunti 2016), vincitore Premio Viareggio 2017 e Premio Napoli 2017), e  Come diventare vivi, un vademecum per Lettori selvaggi (Bompiani, 2017).Per il teatro ha scritto un radiodramma per la Rai, curato la drammaturgia diMagic People Show, spettacolo andato in scena tra l’altro al Piccolo di Milano e al Teatro Nazionale di Madrid. Ha anche scritto per lo spettacolo “Servillo dice Napoli”, e ha tradotto il “Lélio” di Berlioz per Toni Servillo al San Carlo di Napoli. Collabora a “Il Mattino” e a “Il Messaggero”, e scrive per “L’Unità”.

 

Tutte le News

Copyright © 1993 - 2016 Associazione Culturale Aldebaran Park - Lalineascritta Laboratori di Scrittura
Sede legale: via Caravaggio, 30 - 80126 Napoli | Codice Fiscale 94141660632

Le Opinioni e i Contenuti all'interno de lalineascritta.it esprimono esclusivamente il parere dei rispettivi autori.