Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Montesano / Amleto: giovedì 12 aprile sesto incontro de i Magnifici Sette

Amleto

Giovedì 12 aprile 2018, alle 18.30 presso Healthy Book Area, a Napoli, in Via Merliani 118, primo piano (mappa) si terrà il sesto incontro della sesta edizione de I Magnifici Sette, il ciclo di sette lezioni magistrali sull'arte dello scrivere (e del leggere) per sette grandi classici della letteratura tenuto da Giuseppe Montesano.

Protagonista di questa lezione è AMLETO, lo studente fuori corso e i suoi nipotini (che siamo noi).

Amleto dà l’impressione di toglierci “un puntello, un sostegno, un appoggio”, scrive Giuseppe Montesano in Lettori selvaggi (Giunti 2016, Premio Viareggio, Premio Napoli).
 
E cosa offre in cambio della distruzione del nostro sostegno?
 
Un nuovo tipo di verità, che non coincide con la logica: Amleto ci trasporta in un luogo dove si è conservata “la contraddizione tra l’idea che siamo noi a fare, anche inconsapevoli o inconsci, il nostro destino, e l’idea per cui siamo immersi e stretti in un sistema di orbite e astri che sono essi, con i loro e i nostri moti uniti, a fare i nostri destini”.

La carne che erra e si glorifica, il denaro che compra e corrompe, la nascita sociale che indirizza e blocca: nel mondo di Amleto non c’è libertà per i mortali, scrive Montesano, “siamo mosche per gli dei”.
 
Tuttavia, la possibilità allenta la stretta del destino che appare inesorabile e, al tempo stesso, la coscienza si rivela una complicazione per i personaggi e le vicende: le parole ondeggiano splendide e affamate nel labirinto della presunta saggezza che Shakespeare disegna e tentano di mordere dove il senso sfugge o è assente, come in Amleto.
 
Una puntata dedicata a uno dei testi di drammaturgia e poesia capitali per la Storia umana, un classico grande come l’antico Omero ma disperato, come noi oggi.

E' possibile partecipare a questa singola lezione al costo di 15 €. Per prenotarsi è necessario inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Giuseppe Montesano

Giuseppe Montesanoha scritto i romanzi  Nel corpo di Napoli, Mondadori, 1999, Superpremio Vittorini, Premio Napoli, finalista Premio Strega;  A capofitto, 1996 (Mondadori, 2000);  Di questa vita menzognera, 2003, Feltrinelli, Premio Selezione Campiello, Premio Viareggio; Magic People, 2005, Feltrinelli;  Il ribelle in guanti rosa. Charles Baudelaire, Mondadori, Premio Vittorini.  Ha tradotto autori francesi, tra cui La Fontaine, Gautier, Flaubert, Villiers de l’Isle-Adam, e per i Meridiani Mondadori ha curato e tradotto le Opere di Baudelaire, 1996, Premio Prezzolini-Lugano, e ha curato le Opere di Ottiero Ottieri, 2009, Meridiani Mondadori. Fra le opere recentissime:  Lettori selvaggi (Giunti 2016), dai misteriosi artisti della preistoria a Saffo a Beethoven a Borges,La vita vera è altrove (Giunti 2016), vincitore Premio Viareggio 2017 e Premio Napoli 2017), e  Come diventare vivi, un vademecum per Lettori selvaggi (Bompiani, 2017).Per il teatro ha scritto un radiodramma per la Rai, curato la drammaturgia diMagic People Show, spettacolo andato in scena tra l’altro al Piccolo di Milano e al Teatro Nazionale di Madrid. Ha anche scritto per lo spettacolo “Servillo dice Napoli”, e ha tradotto il “Lélio” di Berlioz per Toni Servillo al San Carlo di Napoli. Collabora a “Il Mattino” e a “Il Messaggero”, e scrive per “L’Unità”.

 

Tutte le News

Copyright © 1993 - 2016 Associazione Culturale Aldebaran Park - Lalineascritta Laboratori di Scrittura
Sede legale: via Caravaggio, 30 - 80126 Napoli | Codice Fiscale 94141660632

Le Opinioni e i Contenuti all'interno de lalineascritta.it esprimono esclusivamente il parere dei rispettivi autori.