Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Il nuovo libro di Laura Bosio e Bruno Nacci presentato a Napoli il 18/5

Bosio Nacci Per seguire la mia stella

Giovedì 18 maggio 2017, a Napoli, presso la Libreria "Iocisto", in Via Cimarosa, 20 (P.zza Fuga), Antonella Cilento presenterà il nuovo romanzo di Laura Bosio e Bruno Nacci, "Per seguire la mia stella" (Guanda). Letture a cura di Gea Martire.

Laura Bosio, che sarà ospite de Lalineascritta nei due giorni precedenti per le annuali e attese lezioni di editing con gli allievi dei corsi, sarà presente per parlarci di questo romanzo di grande bellezza, che riscopre una donna dimenticata del nostro Rinascimento.

"Si respira aria di melodramma in questo romanzo che, tra Storia e invenzione, riporta in vita passioni e intrighi del Rinascimento italiano e una straordinaria figura femminile a lungo dimenticata. Siamo a Lucca, città dalle cento torri e dalle cento chiese, dai bastioni possenti, ricchissima e spietata, devota e ribelle, fiera della sua indipendenza. Nel 1515, proprio a Lucca, nasce una donna simile alla sua città, orgogliosa e non domata, condannata a una vita controcorrente dal suo stesso essere donna e da un precoce talento poetico. Figlia di mercanti che esportano le loro finissime stoffe in tutta Europa, Chiara Matraini non è nobile né cortigiana, le sole condizioni che le permetterebbero un riconoscimento pubblico. Nel suo destino c’è un futuro di moglie e madre con un’oscura vita tra le mura di un palazzo. Invece Chiara, forte degli studi che i genitori le hanno consentito, decide di diventare una letterata, di più, una poetessa, pubblicando con il suo nome un volume di Rime che ottiene molti consensi. Una scelta che paga duramente, senza smettere mai di lottare, per amore del figlio, della poesia e dell’uomo a cui si lega dopo la morte del marito, suscitando scandalo. Attorno a lei, un mondo in rapido cambiamento, tra la scoperta di terre fino ad allora sconosciute, la finanza nascente, le inquietudini artistiche, le guerre di dominio e gli aspri conflitti religiosi."

 

 

 
Laura Bosio

LAURA BOSIO è nata a Vercelli nel 1953, vive e lavora a Milano. Ha esordito nel 1993 con il romanzo I dimenticati (Feltrinelli, Premio Bagutta Opera Prima). In seguito ha pubblicato Annunciazione (Mondadori, 1997, Premio Moravia, Longanesi 2008) raccogliendo un ampio consenso di critica e di pubblico. Per la collana "I Mistici" di Mondadori ha curato alcuni volumi antologici sull'esperienza mistica, filosofia e spiritualità nella letteratura delle donne (La preghiera di Ognuno, 1998, La ricerca dell'impossibile. Le voci della spiritualità femminile ), Le ali ai piedi (Mondadori), Teresina (Mondadori). Con Le stagioni dell'acqua (Longanesi) è stata finalista al premio Strega, al premio Rapallo, al premio Stresa, al premio Via Po, e ha vinto il premio Basilicata 2007. In seguito sono usciti Le notti sembravano di luna (Longanesi), D'amore e di ragione. Donne e spiritualità. (Laterza) e, con Bruno Nacci, Da un'altra Italia, Utet. L'ultimo romanzo di Laura Bosio, con Bruno Nacci, è Per seguire la mia stella, Guanda. Editor e redattrice, collabora da qualche tempo con il progetto di scuola Penny Wirton fondato da Eraldo Affinati.

 

Tutte le News

Copyright © 1993 - 2016 Associazione Culturale Aldebaran Park - Lalineascritta Laboratori di Scrittura
Sede legale: via Caravaggio, 30 - 80126 Napoli | Codice Fiscale 94141660632

Le Opinioni e i Contenuti all'interno de lalineascritta.it esprimono esclusivamente il parere dei rispettivi autori.